Siracusa

Siracusa

“A Siracusa l’esistenza è facile, la città è prosperosa, il clima è meraviglioso e sano … Uno dei fascini particolari di Siracusa consiste nella molteplicità dei suoi ricordi.” (Antoine Dry). “La più bella e la più nobile tra le città greche” (Tito Livio) 
Ortigia – la piccolissima isola – è la culla di Siracusa, e il luogo per più lungo tempo urbanizzato della città. Qui senza soluzione di continuità, si sono succedute per secoli le sue diverse fasi edilizie, dai primi insediamenti preistorici alle riedificazioni barocche conseguenti al disastroso terremoto del 1693.
I nomi più illustri per Siracusa: Archimede – uno scienziato del mondo; S. Lucia – una sofferenza della storia cristiana; Caravaggio a Siracusa, le speranze dell’anima irrequieta. 
Il massimo monumento dell’architettura teatrale sia a Siracusa non è un caso. La potente città dei Greci in Sicilia è, dove Platone credete possibile realizzare la propria utopia politica di uno stato ideale, i cui governanti siano filosofi che non posseggano nulla, e neppure sappiano chi sono i propri figli, per non preferirli ad altri. È un luogo ancor oggi fuori tempo, sospeso tra realtà e sogno.
Ortigia, il cuore della civiltà: Tempio di Apollo, C.so Matteotti, P.zza Archimede, fontana di Artemide, Via Roma, P.zza Duomo, Il Duomo, I palazzi storici, La chiesa S. Lucia alla Badia, La fonte Aretusa, Palazzo Bellomo, Castello Maniace 
Siracusa della Neapolis: S. Nicolò dei Cordari, L’anfiteatro Romano, L’Ara di Ierone II, Il Teatro Greco, L’acquedotto Galemi, Latomia del Paradiso, L’orecchio di Dionisio, La grotta dei Cordari, Il Museo Archeologico Regionale di Paoplo Orsi, Il Santuario della Madonna delle Lacrime.
 
 
 
 
 
 

Please publish modules in offcanvas position.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo